Stanchezza mentale? 8 preziosi consigli per ritrovare il benessere

Vi sentite sopraffatti? Il vostro cervello è in tilt? Potrebbe non essere semplice stress

La stanchezza mentale è ben diversa dallo stress giornaliero. Non solo lascia completamente esausti a livello fisico ed emotivo, ma influisce sulla concentrazione, la qualità del sonno, le relazioni e la salute. Se sottovalutata, può anche portare a sviluppare disturbi mentali come ansia depressione. I fattori che concorrono all’esaurimento mentale sono molti. Solitamente è un malessere che si costruisce nel tempo, a causa della pressione costante del lavoro, dei problemi economici o delle troppe attività da gestire in contemporanea, ma può aggravarsi rapidamente a causa di eventi improvvisi come un divorzio o il peggioramento delle condizioni di salute di un nostro caro. Ogni situazione è a se stante, ma c’è sempre qualcosa che si può fare per migliorarla.

8 consigli per superare la stanchezza mentale

1. Fare una visita medica

Una delle prime cose da fare quando ci sentiamo mentalmente esausti è parlarne con il nostro medico. Ci sono infatti alcuni disturbi fisici che possono influire sulla nostra mente e sul nostro stato emotivo. Dopo aver escluso le eventuali cause fisiche, il dottore potrebbe suggerirci di rivolgerci a un professionista della salute mentale.

2. Ridurre gli input sensoriali

A volte, per affrontare la stanchezza mentale, è necessario concedere una pausa al nostro cervello. Andiamo in una stanza tranquilla, con le luci spente, ed eliminiamo rumori e distrazioni esterne, incluso il nostro smartphone. Con la tecnologia attuale infatti, siamo sempre connessi e sentiamo sempre l’urgenza di rispondere non appena lo sentiamo vibrare o suonare. Proviamo a ignorare o eliminare le notifiche delle app e a silenziare il nostro cellulare per un breve periodo: questo ridurrà notevolmente il carico di stress mentale da gestire e ci aiuterà ad arrivare a fine giornata più serenamente.

3. Ridurre gli impegni

A volte la stanchezza mentale è la conseguenza diretta del nostro modo di fare: se prendiamo più impegni di quelli che possiamo gestire, finiremo quasi certamente per avere un esaurimento. Se siamo sempre di corsa e fatichiamo a trovare un momento per rilassarci, dovremmo davvero decidere di rivedere la nostra agenda, eliminando tutti gli appuntamenti non strettamente necessari almeno per un breve periodo. Se abbiamo figli, ad esempio, prendiamo in considerazione l’idea di limitare il numero delle attività extrascolastiche a cui partecipano per un paio di settimane.

4. Fare esercizio fisico

Ci sono molti modi in cui l’esercizio fisico può contribuire a ridurre la nostra stanchezza mentale. Innanzitutto, stimola il nostro cervello a produrre sostanze chimiche che migliorano il nostro umore e ci ricaricano. In secondo luogo, migliora il nostro sonno. Per avere questi benefici, non serve un programma rigoroso. Anche una semplice passeggiata all’aria aperta può essere di grande aiuto.

5. Ricorrere alle tecniche di rilassamento

Ci sono molte tecniche di rilassamento a cui possiamo ricorrere, se ci sentiamo sull’orlo di un esaurimento mentale: yoga, meditazione, mindfulness e respirazione profonda possono aiutarci ad eliminare lo stress e a ritrovare la calma fisica e mentale. Molte di queste tecniche si possono usare ovunque, una volta apprese, anche in ufficio o in auto. Bastano pochi minuti per recuperare le energie.  

6. Tenere un diario

Tenere un diario può essere un’ottima soluzione per gestire il nostro stress: mettendo i nostri pensieri su carta, potremo capire se le nostre preoccupazioni sono più o meno fondate e cosa fare per risolverle. Alcune persone preferiscono scrivere appena svegli, altre prima di andare a letto. Proviamo a farlo in diversi momenti della giornata, per capire qual è il migliore per noi.

7. Gestire meglio il tempo a disposizione

Oltre a sfoltire la nostra agenda, migliorare la nostra gestione del tempo può aiutarci ad affrontare la stanchezza mentale in modo regolare. Potremmo scoprire che il nostro problema non è tanto prendere troppi impegni, quanto non riuscire a sfruttare al meglio il tempo che abbiamo a disposizione. Individuare ed eliminare le distrazioni, come scrollare su Facebook o Instagram più volte al giorno, ci aiuterà a non perdere tempo e a svolgere più attività in maniera efficiente.

8. Dormire a sufficienza

È quasi impossibile essere riposati mentalmente, se non si dorme a sufficienza la notte. Dormire troppo o troppo poco può influire negativamente sulla nostra salute fisica e mentale. Se facciamo fatica a dormire, possiamo rivolgerci a un terapeuta e indagare sulle cause del problema. Per riposare al meglio, è consigliabile dormire in una stanza buia, al fresco, eliminando possibili fonti di rumore.

Stanchezza mentale: quando parlare con un terapeuta

La stanchezza mentale non è un problema che va ignorato: non è semplice stress, e non passerà da sola se non ce ne occupiamo. Se facciamo fatica ad arrivare a fine giornata, a gestire le nostre emozioni e gli eventuali imprevisti che la vita ci riserva, significa che siamo mentalmente esausti e abbiamo bisogno di un supporto per affrontare il problema. Una consulenza psicologica online potrebbe essere la svolta che ci serve.

Hai bisogno di supporto specifico sul tema affrontato in questo articolo? Scarica subito l'App di Cozily!

Maria Rosaria Ospite

Specializzata in Psicoterapia Psicoanalitica, utilizzata per trattare problematiche di natura psicologica, comportamentale e relazionale.

L’App di Cozily può fare per te: una chat anonima con un professionista della materia, direttamente sul tuo smartphone.

Qui sotto i link per scaricarla! I primi 2 giorni conoscitivi sono gratuiti.

×
×

Carrello