Quando muore il nostro gatto: come gestire il dolore del lutto

Consigli per superare il dolore per la morte del nostro gatto in maniera sana

La morte del nostro gatto, del nostro cane o di qualsiasi altro animale domestico, può avere un forte impatto sulla nostra vita. Abbiamo dedicato tanto tempo e prenderci cura dei nostri amici animali, e abbiamo creato un forte legame con loro nel tempo. Per molti, gli animali domestici sono come membri della famiglia insostituibili. Dato che lo amiamo così tanto, è del tutto normale sentirsi tristi quando muore il nostro gatto. Ecco alcuni consigli per gestire il lutto in maniera sana.

Concediamoci del tempo per elaborare il lutto

Uno degli errori più comuni che si possono fare quando muore il nostro gatto o il nostro cane è non lasciarci del tempo per piangerlo. Alcuni di noi si sentono sciocchi a soffrire così tanto per la morte di un animale domestico, ma non vi è nulla di sbagliato in questo. La perdita di un animale da compagnia è un evento significativo; abbiamo bisogno di tempo per elaborare le nostre emozioni, prima di andare avanti. Piangere il nostro gatto o il nostro cane è il primo passo per stare meglio. Se sentiamo il bisogno di farlo, facciamolo. 

Spieghiamolo ai nostri figli

Spiegare la situazione ai nostri figli è uno degli aspetti più difficili, quando muore il nostro gatto. I bambini non sono sempre in grado di comprendere la perdita, e tocca a noi farlo in modo che abbia un senso per loro. Alcuni genitori sfruttano questi momenti per iniziare ad affrontare il tema della morte. Altri cercano di proteggere i propri figli dal dolore. Non c’è una strategia giusta o sbagliata. Cerchiamo di fare quello che riteniamo sia meglio e di essere presenti per la nostra famiglia. 

Ricordiamo i bei momenti 

Ricordare i bei momenti passati insieme al nostro animale da compagnia ci aiuta a sentirci meglio, una volta che abbiamo iniziato a lasciarci alle spalle il dolore. La morte non può rubarci questi preziosi ricordi: potremo sempre tornare con la mente alle belle esperienze trascorse insieme ai nostri amici animali. Arriverà un momento in cui lo faremo senza lacrime, ma solo con un sorriso. Sarà per noi una fonte di grande forza e conforto.

Organizziamo un funerale

Organizzare un funerale o una piccola cerimonia per il nostro animale domestico è un’ottima idea. Il nostro gatto o il nostro cane sono membri della famiglia, quindi ha perfettamente senso rendergli omaggio. Potremmo invitare qualche amico intimo o parente, con cui condividere storie e aneddoti sul nostro amico a quattro zampe, o semplicemente per piangerlo insieme.

Facciamo quello che amiamo

Superare la morte del nostro animale da compagnia è difficile, ma dobbiamo cercare di rimanere positivi in modo da andare avanti. Uno dei modi più pratici per farlo è di passare più tempo a fare quello che ci piace. Non dobbiamo considerarla come una soluzione di rimpiazzo, però. Se stiamo ancora elaborando le nostre emozioni, non dobbiamo accantonarle e fare finta che non ci siano. Solo quando abbiamo superato questa fase, possiamo iniziare a dedicare del tempo ai nostri hobby preferiti: fare sport, giardinaggio, creare qualcosa di artistico, fare dei giochi che ci piacciono. Tutto questo ci aiuterà ad evitare di cadere preda della tristezza.

Consideriamo di adottare un nuovo animale

Niente e nessuno potrà mai sostituire il legame che abbiamo creato con il nostro animale, ma prendersi cura di un nuovo cucciolo può aiutare ad andare avanti e a superare il lutto. Quando muore il nostro gatto o il nostro cane cambia parte della nostra routine quotidiana: si crea un vuoto che prima era riempito dalla loro presenza. Un cucciolo può darci qualcosa di positivo su cui concentrarci: ci sono milioni di animali che hanno bisogno di una nuova casa. L’importante è non considerarlo mai il rimpiazzo del nostro vecchio amico. L’adozione è una buona soluzione solo per chi ha già elaborato il lutto in maniera sana.  

Cerchiamo un aiuto professionale 

Alcuni di noi arrivano a soffrire di depressione, quando muore il nostro gatto o il nostro cane. È un’esperienza piuttosto comune, ma può diventare preoccupante se non riusciamo a uscirne anche dopo diversi mesi dalla morte del nostro amico. In questo caso, dobbiamo cercare l’aiuto di un professionista. Dopo aver parlato con onestà al nostro terapeuta delle nostre emozioni, potremo capire insieme a lui qual è la terapia più adatta alla nostra situazione.

La psicoterapia è un modo efficace per superare il lutto di un animale da compagnia, non soltanto per chi soffre di depressione. È utile a chiunque voglia un supporto per elaborare le sue emozioni. Parlare con il nostro terapista di fiducia non renderà meno doloroso il processo, ma sicuramente ci aiuterà ad affrontarlo in modo sano e a tornare alla normalità più velocemente. 

Hai bisogno di supporto specifico sul tema affrontato in questo articolo? Scarica subito l'App di Cozily!

Laura Rainoldi

Specializzata in Psicoterapia Psicoanalitica finalizzata a gestire le reazioni emotive, sostenere l'autostima e regolare il funzionamento relazionale.

L’App di Cozily può fare per te: una chat anonima con un professionista della materia, direttamente sul tuo smartphone.

Qui sotto i link per scaricarla! I primi 2 giorni conoscitivi sono gratuiti.

×
×

Carrello