La paura di guidare, ovvero l’amaxofobia

Cos'è la paura di guidare? Come fare a superarla?

Non è difficile immaginare che qualcuno abbia paura di riprendere in mano il volante in seguito a un grave incidente d’auto, ma l’amaxofobia, ovvero la paura di guidare, non ha quasi mai a che fare con gli incidenti stradali.

Ecco una lista delle paure più comuni al volante:

1. Esperienze negative del passato.

Gli incidenti d’auto sono l’esperienza negativa più comune, e possono sicuramente essere la più spaventosa, ma ce ne sono molte altre in grado di causare traumi, come ad esempio guidare nel bel mezzo di un tremendo temporale, essere vittima di road rage (rabbia al volante), perdersi, avere un attacco di panico. Potremmo rivivere quell’esperienza nella nostra mente e preoccuparci che ci possa accadere di nuovo. Questi pensieri ripetitivi e l’angoscia che ne consegue possono indurci ad evitare di guidare in toto, aumentando la nostra ansia.

2. Guidare al di fuori della nostra zona confort… da soli.

Chi ha paura di guidare potrebbe non avere grandi difficoltà a recarsi in auto in un luogo conosciuto, ma la sola idea di raggiungere un posto nuovo, vicino o lontano che sia, seguendo delle indicazioni, fa salire la sua ansia a livelli astronomici. 

E se mi perdessi o rimanessi senza benzina? E se il cellulare non prendesse? Se non trovassi un parcheggio?

Non è la paura generica che accada qualcosa di brutto, è la paura che accada qualcosa di brutto in un posto sconosciuto, lontano da casa, dove nessuno ci offrirà il suo aiuto.

3. Paura di avere sintomi d’ansia e di essere intrappolati.

Essere imbottigliati nel traffico è qualcosa che non piace a nessuno, ma se temiamo di avere un attacco di panico, il traffico può essere un’esperienza a dir poco terrificante. Chi ha una storia clinica di attacchi di panico tende ad evitare situazioni da cui non si può uscire velocemente, incluse le autostrade e le corsie per svoltare a sinistra.
L’ansia colpisce alcuni organi specifici del nostro corpo. Alcuni potrebbero avere un’accelerazione del battito cardiaco e difficoltà a respirare, ad altri potrebbero capitare dissenteria, vertigini e nausea. Il solo pensiero di avere uno di questi sintomi mentre siamo bloccati nel traffico genera più ansia del normale e porta ad evitare completamente le situazioni rischiose.

4. Paura di andare troppo veloce e perdere il controllo.

In strada, è facile essere vittime della rabbia degli altri guidatori, che ci fanno pressione per accelerare o per farci spostare, ma la nostra mente e il nostro corpo ci impediscono di farlo. Ci avvinghiamo al volante come se fosse la nostra vita, il nostro cuore che batte all’impazzata mentre sudiamo freddo.
I sintomi fisici dell’ansia di non avere il controllo ci rendono impossibile guidare in sicurezza.
La paura di perdere il controllo e sbandare nell’altra corsia è tale che ci fa optare per la statale o le urbane, anche se significa metterci molto di più per raggiungere la destinazione.

5. Paura delle fatalità.

Ciò che sta alla base dell’ansia è l’esagerazione di un pericolo e la sottovalutazione delle proprie capacità. Chi ha paura di guidare potrebbe non avere fiducia nella sua abilità al volante o in quella degli altri. In entrambi i casi, si figura il peggio. La fervida immaginazione di chi soffre di questa fobia può proiettare nella mente le più raccapriccianti immagini di incidenti stradali. Essere state vittime di un incidente d’auto non è una condizione necessaria per immaginare di esserlo.

Come superare l’amaxofobia

Superare la paura di guidare è possibile, ma è necessario l’aiuto di uno psicoterapeuta professionista. Il trattamento standard di un disordine da ansia è la terapia cognitiva comportamentale (TCC).

Il primo passo è identificare qual è la nostra paura specifica sfruttando la lista qui sopra. Si passa poi a scrivere su un foglio tutti i motivi per cui si vuole sconfiggere la nostra paura, perché è così importante per noi. Per superare qualsiasi fobia, è necessario affrontarla, il che richiede una notevole motivazione.

Uno psicoterapeuta specializzato in TCC ci potrà aiutare a gestire i pensieri che ci causano i sintomi fisici e insegnarci delle tecniche per rilassare il corpo e la mente. Ci spiegherà quindi qual è l’approccio mentale necessario per vincere la nostra fobia.

La paura di guidare influenza tutti gli aspetti della nostra vita, personale e professionale. Affrontarla con l’aiuto di un terapeuta richiede impegno e coraggio, ma ne vale assolutamente la pena.

 

Hai bisogno di supporto specifico sul tema affrontato in questo articolo? Scarica subito l'App di Cozily!

Alessandra Maghini

Specializzata in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale, esperta in disturbi d'ansia, stress, attacchi di panico, fobie e depressione.

L’App di Cozily può fare per te: una chat anonima con un professionista della materia, direttamente sul tuo smartphone.

Qui sotto i link per scaricarla! I primi 2 giorni conoscitivi sono gratuiti.