Farsi amici a 40 anni: perché è così difficile?

Consigli pratici per vincere la paura e creare nuovi legami

Farsi amici a 40 anni e, in generale, una volta che si è adulti è difficile. Questo perché la maggior parte di noi si è già costruito la propria vita con le proprie routine, a cui fatichiamo a rinunciare. In più, non si hanno le stesse occasioni sociali dell’adolescenza, quando la vita era più o meno uguale per tutti: scuola nei giorni feriali, divertimento nel weekend. A 40 anni, lo stile di vita varia moltissimo da persona a persona: alcuni sono sposati e dediti alla famiglia, altri single dediti al divertimento. Inoltre, è molto comune perdere le amicizie scolastiche, una volta terminati gli studi.

Esporsi, mostrarsi vulnerabili fa paura, soprattutto se abbiamo il ricordo di un’amicizia finita in malo modo. Ma sappiamo tutti che gli amici sono importanti. Svariati studi hanno dimostrato che amicizia equivale a felicità e che una socializzazione costante porta a una vita più soddisfacente. Farsi amici a 40 anni può essere difficoltoso, ma è anche un’occasione per creare rapporti più sani e solidi. Con un nuovo amico infatti possiamo partire da zero, evitando di rifare gli errori commessi con quelli del passato. Non facciamoci prendere dall’ansia o dalla vergogna. Non rinunciamo alla possibilità di trovare amici che ci completino e ci aiutino a avere una vita più piena, né al piacere di esserci per loro.

Consigli pratici per farsi degli amici a 40 anni

Potrebbero volerci un po’ di impegno e un po’ di tempo per farsi degli amici a 40 anni, ma ne vale assolutamente la pena. Ecco alcune strategie che possiamo adottare, valide sia per chi è introverso sia per chi è estroverso.

  1. Unirsi a un gruppo

Pensiamo alle cose che ci piacciono e per le quali vorremmo avere più tempo da dedicarci. In cantina abbiamo una racchetta che sta facendo la polvere? Allora uniamoci a un gruppo di tennis. Consiglio pro: sebbene molti gruppi sportivi siano sociali per natura, potremmo preferirne uno con interessi più vari, in modo da poter continuare la frequentazione anche al di fuori del campo o della palestra.   

  1. Iscriversi a un corso

Se siamo interessati alla scrittura o alle lingue, iscriviamoci a un corso! Proviamo a cercare scuole di lingue e associazioni culturali nella nostra zona, scegliamo il corso che fa per noi e poi organizziamo un gruppo di studio per continuare a fare pratica e coltivare le amicizie anche al di fuori dell’aula.

  1. Chiedere agli amici

Quasi sicuramente abbiamo già degli amici e vogliamo solo ampliare la nostra cerchia. Chiediamogli se c’è qualcuno con i nostri stessi interessi nella loro compagnia. Siamo specifici. Conosci uno fissato con lo yoga come me? C’è qualcuno con cu potrei fare un giro enogastronomico della Toscana?

  1. Fare volontariato

Pensiamo a una causa che ci sta a cuore e dedichiamole il nostro tempo facendo volontariato. Se l’altruismo è una dote che stimiamo in un amico, questo è un ottimo modo per trovare qualcuno che sia sulla nostra stessa linea d’onda. In più, potremo condividere e commentare le stesse esperienze.

  1. Trovare raduni

Non dev’essere per forza un corso o un laboratorio. Qualunque sia la nostra passione, sicuramente ci sarà un raduno di fan da qualche parte. L’argomento in comune lo avremo già, per cui fare amicizia sarà ancora più facile.  

  1. Unirsi a un gruppo di supporto

Abbiamo appena perso una persona cara o abbiamo divorziato? Lottiamo con un disturbo mentale o con una malattia cronica? Cerchiamo un gruppo di supporto. Possiamo ricorrere a Internet o farci aiutare dai terapeuti di Cozily.

  1. Sfruttare figli e animali domestici

Che sia a due o a quattro zampe, un figlio ci fornisce miriadi di occasioni per farci degli amici a 40 anni. Cerchiamo gruppi di gioco o attività per bambini: è praticamente certo che troveremo altri genitori con la nostra stessa mentalità. Se siamo proprietari di un cane, potremmo cercare dei raduni dedicati. Bonus: saremo circondati da adorabili cagnolini!

  1. Organizzare qualcosa per conto proprio

Non riusciamo a trovare quello che cerchiamo? Creiamocelo da soli. Se stiamo cercando di finire un romanzo, creiamo un gruppo per aspiranti scrittori. Se ci piace andare a correre, creiamo un gruppo di runners nella nostra città. Probabilmente il gruppo sarà piccolo all’inizio, ma un ambiente più intimo favorisce interazioni più profonde.  

  1. Usare i social a proprio vantaggio

I social media sono un’arma a doppio taglio: possono renderci antisociali e portarci alla depressione, ma anche social, dato che hanno il potere di connetterci con gli altri. Usiamoli per metterci in contatto con persone che non vediamo da un po’ o per trovare una community da incontrare anche dal vivo. Se siamo dei runners, è davvero facile trovare e organizzare eventi dedicati, che sia su Facebook o Instagram.

Se ci sentiamo nervosi all’idea di farci amici a 40 anni, ricordiamoci che tutti ci siamo ritrovati in questa situazione, ad un certo punto della nostra vita, e che nessuno ha tutto questo interesse a giudicarci, a differenza di quanto possiamo credere.

Hai bisogno di supporto specifico sul tema affrontato in questo articolo? Scarica subito l'App di Cozily!

Maria Rosaria Ospite

Specializzata in Psicoterapia Psicoanalitica, utilizzata per trattare problematiche di natura psicologica, comportamentale e relazionale.

L’App di Cozily può fare per te: una chat anonima con un professionista della materia, direttamente sul tuo smartphone.

Qui sotto i link per scaricarla! I primi 2 giorni conoscitivi sono gratuiti.