Come migliorare la propria vita in meno di una settimana

Sei consigli per ridare priorità alla nostra salute mentale

Al giorno d’oggi ci sono infiniti consigli su come migliorare la propria vita. Così tanti che spesso ne siamo nauseati, al punto da chiuderci in noi stessi o convincerci che non stiamo facendo abbastanza. Invece di aggiungere l’ennesimo punto alla lista di cose da fare per vivere al meglio, proviamo invece a seguire questi sei consigli per dare la giusta priorità alla nostra salute mentale. L’obiettivo non è fare tutto in maniera meccanica, ma scegliere quello o quelli che più si addicono a noi e alle nostre esigenze.

Sei consigli per migliorare la propria vita

  1. Rallentare

Viviamo in una società frenetica, dove più solitamente significa meglio. Quando si tratta di prendersi cura della propria salute mentale, invece la cosa migliore da fare è rallentare e semplificarci la vita. Spesso si crede che per migliorare la propria vita ci si debba sforzare al massimo, ma è questa idea ad essere causa di molta della nostra sofferenza. Proviamo a rallentare, concediamoci del tempo per godere del momento presente, piuttosto che stressarci per raggiungere il prossimo obiettivo.

Chiediamoci: Cosa significa per noi rallentare? Cosa comporta provare a farlo?

  1. Creare la propria definizione di successo

È molto comune interiorizzare l’idea di successo propria dei genitori, degli insegnanti o dei mass media. Lavorare sodo, prendere bei voti e avere un bello stipendio sono tutte cose che contribuiscono ad una vita di successo. Il problema è che spesso modifichiamo la nostra vita per ottenere un tipo di successo che potenzialmente potrebbe non piacerci o non essere adatto a noi. Proviamo a riflettere sull’idea di successo che abbiamo interiorizzato da piccoli, su quello che ci hanno insegnato per ottenere la felicità; in questo modo, potremo elaborarne una che sia adatta a noi.

Chiediamoci: Cos’è il successo per noi? Come ci hanno insegnato ad ottenerlo?

  1. Avere pazienza

Molto spesso quando si inizia un percorso (di studio, di allenamento, di terapia, etc.) ci si aspetta di vederne subito i benefici. Si vuole il cambiamento immediato, per cui si rimane delusi nel sapere che è necessario investirci del tempo. Cerchiamo di avere delle aspettative realistiche. Soprattutto in caso di psicoterapia, occorre essere consapevoli che è impossibile migliorare la propria vita da un giorno all’altro, soprattutto se dobbiamo modificare automatismi di pensiero e comportamenti radicati negli anni.

Chiediamoci: Cosa ci aspettiamo dalla terapia? In quanto tempo pensiamo di vedere i primi risultati? Che tipo di cambiamento ci aspettiamo?

  1. Avere chiari i nostri valori

Quando si inizia un percorso con un terapeuta, può essere faticoso o ansiogeno capire da dove iniziare, soprattutto se è la nostra prima volta. Di cosa parlare? Della nostra feroce auto-critica? Del nostro rapporto con gli altri? Della situazione al lavoro? Essere consapevoli dei propri valori fondamentali è il primo passo per poter individuare le proprie criticità e migliorare la propria vita. Potrebbe essere utile fare una lista degli aspetti di noi stessi che vogliamo cambiare, dal più al meno importante, in modo da avere un’idea chiara dei nostri valori.

Chiediamoci: Qual è la parte della nostra vita che vorremmo migliorare per prima e quanto è in linea con i nostri valori?

  1. Fare quello che ci fa stare bene

Ci sono migliaia di esercizi e strumenti che possiamo aggiungere alla nostra routine di self-care, tra cui la meditazione, le tecniche di rilassamento, gli esercizi somatici e le attività per costruire relazioni. Come scegliere? Facciamo solo quelli che ci fanno stare bene e ci ricaricano. Quello che è rilassante per una persona, può non esserlo per un’altra e viceversa.

Chiediamoci: Quali sono le attività che ci riempiono di energia e benessere?

  1. Non vergognarsi di chiedere aiuto

È difficile apportare cambiamenti significativi alla propria vita da soli, ed ecco perché imparare ad accettare che potremmo aver bisogno di aiuto è importante per la nostra crescita personale. Leggere libri di auto-aiuto, partecipare a laboratori per migliorare la propria autostima e seguire un corso di yoga sono tutte attività utili e benefiche, ma la psicoterapia può migliorare la nostra vita in maniera ben più profonda e duratura. Non vergogniamoci di cercare l’aiuto di uno psicologo. Se tutti ne avessero uno, al pari del medico della mutua, il mondo sarebbe un posto migliore.

Hai bisogno di supporto specifico sul tema affrontato in questo articolo? Scarica subito l'App di Cozily!

Gabriella Piana

Specializzata in psicoterapia sistemico-relazionale, si occupa di supporto psicologico e psicoterapia individuale, di coppia e familiare.

L’App di Cozily può fare per te: una chat anonima con un professionista della materia, direttamente sul tuo smartphone.

Qui sotto i link per scaricarla! I primi 2 giorni conoscitivi sono gratuiti.

×
×

Carrello